NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Norme Redazionali

ISTRUZIONI REDAZIONALI

Il testo sarà redatto con il programma Microsoft® Word (versione 6.0 o precedenti), carattere Times New Roman, corpo 11, interlinea 12p:
• nel frontespizio: titolo, sommario e parole chiave (min 3, max 5) in italiano e inglese; il Nome e Cognome dell’Autore (o degli Autori) corredati di qualifiche, ente di appartenenza e indirizzo dell’Autore Responsabile;
• Il titolo con eventuali sottotitoli descriverà e delimiterà concisamente l’argomento;
• Nei sommari il contenuto dell’articolo sarà brevemente riassunto, con particolare riferimento ai risultati conseguiti; Si raccomanda particolare cura dell’edizione inglese per la diffusione internazionale;
• I paragrafi (comprese le Introduzioni e/o Premesse e Considerazioni Finali) e i sottoparagrafi avranno numerazione progressiva in numeri arabi;
• Le tabelle (file di word – Microsoft® Word versione 6.0 o precedenti) con sintetici titoli avranno base max 17,6 cm e numerazione progressiva con numeri romani; i valori numerici delle grandezze saranno arrotondati alla cifra significativa;
• Le figure, corredate da sintetiche didascalie, avranno formato TIF o PDF, risoluzione minima di 300 dpi, base minima 8,5 cm e saranno numerate progressivamente con numeri arabi; i diagrammi saranno corredati da una chiara indicazione delle grandezze rappresentate;
• Le formule matematiche saranno composte con l’Equation Editor (versione 3.0) e numerate progressivamente con numeri arabi in parentesi tonde, allineati a margine destro della formula; le grandezze saranno espresse nelle unità del Sistema Internazionale (S.I.); per simbologie particolari sarà utilizzata la Font “Symbol”;
• Le note saranno numerate progressivamente;
• Le citazioni bibliografiche nel testo saranno tra parentesi tonde (Cognome Autore, 1994) e saranno esplicitate in calce alla memoria;
• I riferimenti bibliografici: le voci saranno elencate in ordine alfabetico, corpo 11 e strutturate con caratteri e segni di interpunzione come negli esempi:
Cognome e Nome dell’Autore o Autori, Anno di pubblicazione. Titolo e sottotitolo dell’opera, Luogo di edizione, Editore, Numero di pagine.
Rossi F., 1999. Aree Naturali protette. Romana Editrice, Roma.
Rossi M., Verde R., Bianco N., 1980. La fiumara calabra. L’Acqua 2, Ed. AII, Roma, pp.34-55.
• La bibliografia: l’Autore curerà, qualora lo ritenga utile, un elenco sistematico di opere, saggi e articoli pertinenti a uno specifico autore o argomento.
L’articolo sarà trasmesso in redazione suddiviso in file separati contenenti: a) il frontespizio, il testo i riferimenti bibliografici o la bibliografia; b) le tabelle; c) le figure. 
La Redazione curerà l’impaginazione degli articoli accettati e si riserva eventuali correzioni formali.
Per il Si Stampi la bozza impaginata sarà trasmessa all’Autore Responsabile, accompagnata da un modulo per eventuali richieste di Estratti e contributi spese.
Per la pubblicazione di articoli che superano le 10 facciate (formato A4, griglia 24,5 x17,6) l’A. prenderà accordi particolari con la Redazione per eventuale contributo spese.

Sei qui: Home Rivista L'Acqua Norme redazionali