NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Dichiarazioni del Presidente Massimo Veltri

Di seguito le agenzie ANSA e France Press che riportano le dichiarazioni del Presidente Prof. Massimo Veltri
MESSINA: ASSOCIAZIONE IDROTECNICA, GESTIRE TERRITORIO (ANSA) - CATANZARO, 3 OTT
''Un piano straordinario di salvaguardia e gestione del territorio si impone come atto irrinunciabile. Forse e' arrivato il momento delle decisioni, prescindendo dagli interventi post-emergenziali''. Lo afferma il Presidente nazionale dell'Associazione idrotecnica italiana ed ordinario di idraulica all'Universita' della Calabria, Massimo Veltri. ''Prima della tragedia di Messina - aggiunge - un gruppo di docenti e ricercatori ha voluto redigere una nota da sottoporre all'attenzione del ministro dell'Ambiente e dei presidenti della Camera e del Senato inerente la situazione normativa e gli interventi nel settore della difesa del suolo nel nostro Paese. La decisione prendeva l'avvio dalla constatazione dello stallo in un comparto vitale del nostro Paese. La normativa europea, purtroppo ancora non recepita dall'Italia, potrebbe dispiegarsi in iniziative rapide ed efficaci con la congrua dotazione di risorse finanziarie e strumentali''.
''Invece viviamo nel limbo del detto e non detto - prosegue Veltri - e del fatto e non fatto con in piu' una derubricazione dei problemi inerenti l'assetto e la salvaguardia del territorio che puntualmente ci presenta il conto. Non e' possibile che piogge per quanto intense possano provocare nel breve giro di ore decine di vittime. Se e' vero che sono in atto cambiamenti climatici una accorta politica del territorio potrebbe evitare rischi ed evenienze''.
''In Italia - conclude Veltri - si e' costruito ovunque. In Italia l'abbandono della collina e della montagna ha provocato dei tratti vallivi dei fiumi condizioni di assoluta instabilita'''. (ANSA)

France Press

Pubblicità

L’ACQUA è un bimestrale, inviato in abbonamento postale in Italia e all'estero. Insieme alla newsletter, strumento di informazione online della Associazione, L’ACQUA è il punto d’incontro di coloro che si interessano dei problemi tecnico-scientifici, gestionali, giuridici, economici, di qualità, ambientali, urbanistici, sociali, culturali riguardanti i sistemi idraulici naturali ed artificiali, le risorse, i servizi e gli usi dell’acqua. Tra le categorie di appartenenza gestori e utilizzatori, promotori-imprenditori, professionisti, docenti e ricercatori di istituti professionali e università.

Formati Disponibili

4a di copertina 
3a di copertina
2a di copertina
2 pagine interne a colori
1 pagina interna a colori
½ pagina interna a colori
Informazioni dalle aziende 
1 redazionale




* Il pacchetto include n. 2 copie omaggio ad ogni uscita e l'acquisto di ulteriori copie con lo sconto del 50%
Gli impianti di quadricromia (file pdf ad alta risoluzione) sono a carico del committente.

Informazioni Commerciali
Caterina Porfidia
320.7872904 

Materiale didattico


ASSOCIAZIONE IDROTECNICA ITALIANA
Corso di “GESTIONE DEI SERVIZI IDRICI”
Università degli Studi ROMA TRE
Facoltà di Ingegneria
PROGRAMMA DIDATTICO 2009-2010


DOCUMENTI DIDATTICI 

Sezione 1 - Introduzione

1.1.1. Gli Acquedotti di Roma (P. Martini)
1.1.1. Presentazione.  Storia degli Acquedotti di Roma (P. Martini) (.ppt) 
1.1.1. Fontane di mostra ed altri manufatti celebrativi dei moderni acquedotti di Roma (P. Martini)
1.1.1. Fontane di mostra ed altri manufatti celebrativi… (P. Martini) (.ppt)

1.1.2. Acqua oro blu (C. Masullo)
1.1.2. Acqua oro blu (C. Masullo) (.ppt) 

1.1.3. Climatologia ed Idrologia applicata (M. Bencivenga)
1.1.3. Climatologia ed idrologia applicata (M. Bencivenga)(.ppt) 

1.2.1. 0  Acquedotti. Suggerimenti per gli studenti riguardanti il materiale didattico provvisorio (M.P. Martinico)

1.2.1. 1  I consumi idrici nella realtà urbana (P. Martini)
1.2.1. 2  L’acqua e la qualità della vita (P. Martini)
1.2.1. 3  Influenza dei serbatoi sulla gestione delle acque potabili (P. Martini)
1.2.1. 4  Il trasporto dell’acqua (P. Martini)
1.2.1. 5  I sistemi di distribuzione (zonizzazione, centri idrici, reti) (P. Martini)
1.2.1. 6  Schemi Idrici ACEA (Roma) e centri idrici a Roma (M. P. Martinico, W. Zarlenga)

1.2.2. Fognatura e depurazione (R. Drusiani, M. Gatta) 

1.3.1. VISITA TECNICA N.1 Centro Operativo di Torrenova (ACEA)
1.3.2. Concezione dei sistemi fisici e concettuali d’impresa (P. Martini)

Sezione 2 - Tipi di tubazioni

2.4. Tipi di tubazioni. Testo (C. Masullo)
2.4.1. Tipi di tubazioni. Parte a (C. Masullo)
2.4.1.1 Le condotte in Gres Ceramico  (C. Masullo)
2.4.1.2 Condotte in PVC per reti di fognature  (C. Masullo)
2.4.1.3 Tubi in ghisa sferoidale  (C. Masullo)
2.4.1.4 Tubi in acciaio  (C. Masullo)
2.4.1.5 Tubi in Polietilene e Polipropilene  (C. Masullo)

2.4.2. Tipi di tubazioni. Parte b (G. Squillaci) 
2.4.2. Tipi di tubazioni. Parte b C.A.P. (G. Squillaci) (.ppt)

2.4.5. Tubazioni in ghisa sferoidale (P.Beretta)


Sezione 3 – Il Servizio Idrico Integrato

3.5.1. Il Servizio Idrico Integrato. Parte a  (A. Piotti)
3.5.1. Il Servizio Idrico Integrato. Parte a  (A. Piotti) - Slide

3.5.2. Il Servizio Idrico Integrato. Parte b  (G. Daniele)

3.6.  VISITA TECNICA N.2 Centro Centro Idrico di Ottavia (ACEA)
        Concezione di un centro acquedottistico di smistamento

3.7.1. Strumentazione (B. Bosco)
3.7.1. Strumentazione (B. Bosco) - Slide

3.7.2. Sistemi informativi e telecontrollo (G. Marati)

Sezione 4 – Gestione dei sistemi idrici

4.8.1. Gestione dei sistemi A.F.D.  Acquedotti (G. Martino) (.ppt)

4.8.2. Gestione dei sistemi di A.F.D.  Fognatura e depurazione ( A. Zanobini)

4.9.     VISITA TECNICA N.3 - Depuratore Roma Nord  (ACEA)       
           Concezione di un grande depuratore urbano 

4.10.1. Sistemi tariffari per i servizi idrici (P. Martini)
4.10.1. Sistemi tariffari per i servizi idrici (P. Martini) (.ppt)

4.10.2.1 La Tariffa del S.I.I. (G. Ronco)
4.10.2.2 La salvaguardia quantitativa e qualitativa delle fonti di approvvigionamento (G. Ronco)

4.11.1. Perdite idriche in rete (R. Zocchi)

4.11.2. La dispersione delle reti idriche: aspetti economici  (R. Drusiani)

Sezione 5 – Quadro normativo


5.12. VISITA TECNICA N. 4
        Laboratori di qualità delle acque di “LaboratoRI SpA” (Gruppo ACEA)         
        Qualità delle acque nel Servizio Idrico Integrato

5.13. Norme sui LL.PP. (M. Lasagna)

5.14. Direzione dei Lavori e collaudo (C. Masullo)
5.14. Direzione dei Lavori e collaudo (C. Masullo) (.ppt)

5.15. Norme sull’ambiente (G. Pineschi) 

5.16. Norme sulle gare di concessione del S.I.I. (M. Neri) 
5.16. Norme sulle gare di concessione del S.I.I. (M. Neri) (.ppt)

Sezione 6 – Conclusioni 

6.17. Piano di gestione delle risorse idriche (DIR 2000/60) (G. Cesari) 

6.18.1  Problemi delle acque in Italia, oggi (P. Martini)  
6.18.1  Problemi delle acque in Italia, oggi (P. Martini) (.ppt)
6.18.2  La gestione del ciclo dell’acqua dell’Italia Mediterranea (P. Martini) 

Indice Annata 2009

Indice per argomento

Acquedotti

Sul dimensionamento delle reti di distribuzione idrica. Breve viaggio attraverso gli ultimi due secoli
(G. De Martino, N. Fontana) n. 1 pag. 67

Fntane di mostra ed altri manufatti celebrativi dei moderni acquedotti di Roma
(P. Martini, S. Cecili, G. Martini, G. Martino) n. 1 pag. 73

Acque Sotterranee

Il sistema delle "gallerie filtranti" nel bacino del lago di Nemi
(F. Medici, C. Testana) n. 2 pag. 59

La carta idrogeologica dell'Italia meridionale. Metodi ed analisi territoriali per l'identificazione e la caratterizzazione dei corpi idrici sotterranei (Direttiva 2000/60/CE)
(V. Allocca, F. Celico, P. Celico, P. De Vita, S. Fabbrocino, C. Mattia, G. Monacelli, I. Musilli, V. Piscopo, A. R. Scalise, G. Summa, G. Tranfaglia) n. 4 pag. 21

Aspetti storico Culturali

Definire e classificare. Un'eredità culturale di Francesco Penta
(R. Jappelli) n. 2 pag. 9

L'αυτοψια di Scilla e Cariddi eseguita da Lazzaro Spallanzani nel 1788
(R. Jappelli) n. 4 pag. 43

Costruzioni Idrauliche

Vari interventi sulla traversa di derivazione del canale Medoaco dal fiume Brenta a Bassano del Grappa
(U. Niceforo) n. 1 pag. 9

Sull'efficienza delle vasche di prima pioggia
(B. Bacchi, M. Balistrocchi, G. Grossi) n. 6 pag. 29

Difesa Idraulica del Territorio

Modelli probabilistici per la stima delle portate di piena di elevato tempo di ritorno
(U. Majone, M. Tomirotti, G. Galimberti) n. 3 pag. 9

Dighe

Riabilitazione della diga di Ceresole Reale
(E. Baldovin, N. Brizzo) n. 1 pag. 83

Formulazione semplificata in forma adimensionale dell'idrogramma conseguente al crollo parziale di uno sbarramento di ritenuta
(M. Pilotti, M. Tomirotti, D. Grassia, B. Bacchi) n. 2 pag. 21

Il problema dell'interrimento dei serbatoi italiani
(Gruppo di Lavoro ITCOLD) n. 3 pag. 47

Diga di Valla. Una soluzione originale per la riabilitazione dello scarico di superficie
(D. Conventi, C. C. Marcello, E. Bianchi) n. 3 pag. 55

Manutenzione straordinaria della diga di S. Giacomo di Fraele
(P. Valgoi) n. 4 pag. 57

Sul calcolo della portata di dimensionamento degli scaricatori di superficie delle dighe
(U. Majone) n. 5 pag. 29

I serbatoi dell'impianto di generazione e pompaggio dell'Anapo dopo venti anni di esercizio
(E. Forte, G. Gualzetti, F. Federico, R. Jappelli) n. 5 pag. 31

Grandi dighe e le regole dell’arte
(C. Lotti) n. 5 pag. 39

Gorge di Susa. Un serbatoio di demodulazione per l'impianto idroelettrico di Pont Ventoux
(E. Baldovin, N. Brizzo) n. 6 pag. 67

Drenaggio Urbano

Installazioni a verde pensile in area urbana per il controllo della formazione dei deflussi superficiali
(A. Palla, L. G. Lanza) n. 1 pag. 19

Indagine sperimentale per lo studio della distribuzione dimensionale dei sedimenti nelle acque di drenaggio urbano
(P. Piro, M. Carbone, G. Garofalo) n. 3 pag. 37

Energia Idroelettrica

I vari usi dell'energia dell'acqua
(P. Penta) n. 4 pag. 53

Energie Rinnovabili

Potenziamento delle fonti energetiche rinnovabili in Italia
(G. Celentani) n. 2 pag. 65

Un esempio di utilizzazione di energia elettrica dalle correnti marine e fluviali
(D. Coiro) n. 5 pag. 47

Geotecnica

Definire e classificare. Un'eredità culturale di Francesco Penta
(R. Jappelli) n. 2 pag. 9

Gestione delle Risorse Idriche

Il Sistema Acquifero del Sahara Settentrionale: la gestione complessa di una risorsa strategica condivisa
(A. de Vito, M. Rossi, G. Sappa) n. 3 pag. 27

Idraulica

Applicazioni pratiche delle equazioni monodimensionali di St. Venant
(G. Dassie) n. 1 pag. 55

Formulazione semplificata in forma adimensionale dell'idrogramma conseguente al crollo parziale di uno sbarramento di ritenuta
(M. Pilotti, M. Tomirotti, D. Grassia, B. Bacchi) n. 2 pag. 21

La teoria di Boussinesq per lo studio delle correnti a superficie libera bidimensionali stazionarie
(C. Di Nucci, A. Russo Spena) n. 6 pag. 43

Idraulica Fluviale

La descrizione topografica dell'alveo nella modellistica idraulica monodimensionale
(G. Di Baldassarre, A. Castellarin, A. Brath) n. 4 pag. 9

Impiego di una sonda ottica ad immersione per il monitoraggio del trasporto solido in sospensione nel torrente Carapelle (Puglia settentrionale)
(F. Gentile, T. Bisantino, F. Milillo, G. Romano, G. Trisorio Liuzzi) n. 6 pag. 49

Idraulica Marittima

Vulnerabilità di un litorale antropizzato costituito da ciottoli e massi. Il caso di Riposto (Catania)
(A. Marini, L. Cavallaro) n. 6 pag. 59

Idrogeologia

La carta idrogeologica dell'’Italia meridionale. Metodi ed analisi territoriali per l’identificazione e la caratterizzazione dei corpi idrici sotterranei (Direttiva 2000/60/CE)
(V. Allocca, F. Celico, P. Celico, P. De Vita, S. Fabbrocino, C. Mattia, G. Monacelli, I. Musilli, V. Piscopo, A. R. Scalise, G. Summa, G. Tranfaglia) n. 4 pag. 21

Idrologia

Sulla stima delle portate di piena di elevato tempo di ritorno in toscana e la distribuzione MG
(V. Milano) n. 1 pag. 33

Stima della portata indice. Legame tra il coefficiente d'afflusso e la caratterizzazione dei suoli secondo il SCS
(G. Rasulo, G. Del Giudice, D. Calcaterra) n. 2 pag. 37

Il bilancio idrico. Una metodologia per la valutazione della compatibilità tra risorsa idrica e idroesigenze ambientali e antropiche
(G. Cassani, M. Franchini, G. Galeati, P. Mazzoli) n. 2 pag. 45

Modelli probabilistici per la stima delle portate di piena di elevato tempo di ritorno
(U. Majone, M. Tomirotti, G. Galimberti) n. 3 pag. 9

Stima di trend del regime pluviometrico per il territorio della regione Calabria
(G. Principato, F. Zimbo) n. 4 pag. 33

Sulla previsione delle portate di magra nei corsi d'acqua naturali. Il caso del fiume Tagliamento
(D. Russo, M. Canali, V. Fiorotto, E. Caroni) n. 5 pag. 9

La piena del Tevere a Roma del dicembre 2008
(P. Bersani, F. Mangianti) n. 5 pag. 19

I massimi di portata dell'Adda a Lecco
(U. Moisello, F. Vullo) n. 6 pag. 9

Sull'efficienza delle vasche di prima pioggia
(B. Bacchi, M. Balistrocchi, G. Grossi) n. 6 pag. 29

Ingegneria Ambientale

Il bilancio idrico. Una metodologia per la valutazione della compatibilità tra risorsa idrica e idroesigenze ambientali e antropiche
(G. Cassani, M. Franchini, G. Galeati, P. Mazzoli) n. 2 pag. 45

Ingegneria Ambientale e Qualità delle Acque

Moderne tecnologie della depurazione di acque reflue. Realizzazione di un impianto di biofiltrazione a masse adese
(S. Greggi, P. P. Marini, M. Neri) n. 1 pag. 47

Qualità delle Acque

Indagine sperimentale per lo studio della distribuzione dimensionale dei sedimenti nelle acque di drenaggio urbano
(P. Piro, M. Carbone, G. Garofalo) n. 3 pag. 37

Profili dei grandi maestri di Idraulica

Giuseppe Pistilli
(G. De Martino) n. 6 pag. 83

Storia dell’Idraulica

Sul dimensionamento delle reti di distribuzione idrica. Breve viaggio attraverso gli ultimi due secoli
(G. De Martino, N. Fontana) n. 1 pag. 67

La penuria d'acqua e le condizioni igienico-sanitarie nella Firenze dell'ottocento. Le soluzioni nei disegni degli ingegneri
(M. Fabbrini) n. 6 pag. 73

Trasporto Solido

Impiego di una sonda ottica ad immersione per il monitoraggio del trasporto solido in sospensione nel torrente Carapelle (Puglia settentrionale)
(F. Gentile, T. Bisantino, F. Milillo, G. Romano, G. Trisorio Liuzzi) n. 6 pag. 49

NOTIZIARIO

A.I.I. - Verbale della riunione della Giunta di Presidenza, Napoli, 28 novembre 2008 n. 1 pag. 109

A.I.I. - Verbale della riunione del Consiglio Generale, Roma, 5 dicembre 2008 n. 1 pag. 112

Misure idrauliche nei processi ambientali
(A. Adami) n. 3 pag. 86

Il controllo delle perdite ed il recupero energetico. Criteri innovativi di gestione dei sistemi acquedottistici
(M. Giugni, N. Fontana) n. 4 pag. 80

AII - Verbale della riunione della Giunta di Presidenza, Roma, 26 marzo 2009 n. 5 pag. 64

AII - Relazione della Giunta di Presidenza sull’attività svolta nel 2008 - corredata dal bilancio consuntivo - e previsioni per il 2009 n. 5 pag. 69

AII - Verbale della riunione del Consiglio Generale, Roma, 16 aprile 2009 n. 5 pag. 86

Servizi idrici e qualità della vita nell'area mediterranea. Qualche considerazione generale
(P. Martini) n. 5 pag. 89

CONVEGNI E SIMPOSI

VI Giornata di Studio sul Drenaggio Urbano Sostenibile “Controllo degli Scarichi nei Sistemi di Drenaggio Urbano”, Roma, 5 dicembre 2008 n. 4 Suppl.

Indice per autori

Adami A. - Misure idrauliche nei processi ambientali n. 3 pag. 86

Allocca V. ed altri - La carta idrogeologica dell’Italia meridionale. Metodi ed analisi territoriali per l’identificazione e la caratterizzazione dei corpi idrici sotterranei (Direttiva 2000/60/CE) n. 4 pag. 21

Bacchi B. ed altri - Formulazione semplificata in forma adimensionale dell’idrogramma conseguente al crollo parziale di uno sbarramento di ritenuta n. 2 pag. 21

Bacchi B. ed altri - Sull’efficienza delle vasche di prima pioggia n. 6 pag. 29

Baldovin E. ed altri - Riabilitazione della diga di Ceresole Reale n. 1 pag. 83

Baldovin E. ed altri - Gorge di Susa. Un serbatoio di demodulazione per l’impianto idroelettrico di Pont Ventoux n. 6 pag. 67

Balistrocchi M. ed altri - Sull’efficienza delle vasche di prima pioggia n. 6 pag. 29

Bersani P. ed altri - La piena del Tevere a Roma del dicembre 2008 n. 5 pag. 19

Bianchi E. ed altri - Diga di Valla. Una soluzione originale per la riabilitazione dello scarico di superficie n. 3 pag. 55

Bisantino T. ed altri - Impiego di una sonda ottica ad immersione per il monitoraggio del trasporto solido in sospensione nel torrente Carapelle (Puglia settentrionale) n. 6 pag. 49

Brath A. ed altri - La descrizione topografica dell’alveo nella modellistica idraulica monodimensionale n. 4 pag. 9

Brizzo N. ed altri - Riabilitazione della diga di Ceresole Reale n. 1 pag. 83

Brizzo N. ed altri - Gorge di Susa. Un serbatoio di demodulazione per l’impianto idroelettrico di Pont Ventoux n. 6 pag. 67

Calcaterra D. ed altri - Stima della portata indice. Legame tra il coefficiente d’afflusso e la caratterizzazione dei suoli secondo il SCS n. 2 pag. 37

Canali M. ed altri - Sulla previsione delle portate di magra nei corsi d’acqua naturali. Il caso del fiume Tagliamento n. 5 pag. 9

Carbone M. ed altri - Indagine sperimentale per lo studio della distribuzione dimensionale dei sedimenti nelle acque di drenaggio urbano n. 3 pag. 37

Caroni E. ed altri - Sulla previsione delle portate di magra nei corsi d’acqua naturali. Il caso del fiume Tagliamento n. 5 pag. 9

Cassani G. ed altri - Il bilancio idrico. Una metodologia per la valutazione della compatibilità tra risorsa idrica e idroesigenze ambientali e antropiche n. 2 pag. 45

Castellarin A. ed altri - La descrizione topografica dell’alveo nella modellistica idraulica monodimensionale n. 4 pag. 9

Cavallaro L. ed altri - Vulnerabilità di un litorale antropizzato costituito da ciottoli e massi. Il caso di Riposto (Catania) n. 6 pag. 59

Cecili S. ed altri - Fontane di mostra ed altri manufatti celebrativi dei moderni acquedotti di Roma n. 1 pag. 73

Celentani G. - Potenziamento delle fonti energetiche rinnovabili in Italia n. 2 pag. 65

Celico F. ed altri - La carta idrogeologica dell’Italia meridionale. Metodi ed analisi territoriali per l’identificazione e la caratterizzazione dei corpi idrici sotterranei (Direttiva 2000/60/CE) n. 4 pag. 21

Celico P. ed altri - La carta idrogeologica dell’Italia meridionale. Metodi ed analisi territoriali per l’identificazione e la caratterizzazione dei corpi idrici sotterranei (Direttiva 2000/60/CE) n. 4 pag. 21

Coiro D. - Un esempio di utilizzazione di energia elettrica dalle correnti marine e fluviali n. 5 pag. 47

Conventi D. ed altri - Diga di Valla. Una soluzione originale per la riabilitazione dello scarico di superficie n. 3 pag. 55

Dassie G. - Applicazioni pratiche delle equazioni monodimensionali di St. Venant n. 1 pag. 55

De Martino G. ed altri - Sul dimensionamento delle reti di distribuzione idrica. Breve viaggio attraverso gli ultimi due secoli n. 1 pag. 67

De Martino G. - Giuseppe Pistilli n. 6 pag. 83

De Vita P. ed altri - La carta idrogeologica dell’Italia meridionale. Metodi ed analisi territoriali per l’identificazione e la caratterizzazione dei corpi idrici sotterranei (Direttiva 2000/60/CE) n. 4 pag. 21

de Vito A. ed altri - Il Sistema Acquifero del Sahara Settentrionale: la gestione complessa di una risorsa strategica condivisa n. 3 pag. 27

Del Giudice G. ed altri - Stima della portata indice. Legame tra il coefficiente d’afflusso e la caratterizzazione dei suoli secondo il SCS n. 2 pag. 37

Di Baldassarre G. ed altri - La descrizione topografica dell’alveo nella modellistica idraulica monodimensionale n. 4 pag. 9

Di Nucci C. ed altri - La teoria di Boussinesq per lo studio delle correnti a superficie libera bidimensionali stazionarie n. 6 pag. 43

Fabbrini M. - La penuria d’acqua e le condizioni igienico-sanitarie nella Firenze dell’ottocento. Le soluzioni nei disegni degli ingegneri n. 6 pag. 73

Fabbrocino S. ed altri - La carta idrogeologica dell’Italia meridionale. Metodi ed analisi territoriali per l’identificazione e la caratterizzazione dei corpi idrici sotterranei (Direttiva 2000/60/CE) n. 4 pag. 21

Federico F. ed altri - I serbatoi dell’impianto di generazione e pompaggio dell’Anapo dopo venti anni di esercizio n. 5 pag. 31

Fiorotto V. ed altri - Sulla previsione delle portate di magra nei corsi d’acqua naturali. Il caso del fiume Tagliamento n. 5 pag. 9

Fontana N. ed altri - Sul dimensionamento delle reti di distribuzione idrica. Breve viaggio attraverso gli ultimi due secoli n. 1 pag. 67

Fontana N. ed altri - Il controllo delle perdite ed il recupero energetico. Criteri innovativi di gestione dei sistemi acquedottistici n. 4 pag. 80

Forte E. ed altri - I serbatoi dell’impianto di generazione e pompaggio dell’Anapo dopo venti anni di esercizio n. 5 pag. 31

Franchini M. ed altri - Il bilancio idrico. Una metodologia per la valutazione della compatibilità tra risorsa idrica e idroesigenze ambientali e antropiche n. 2 pag. 45

Galeati G. ed altri - Il bilancio idrico. Una metodologia per la valutazione della compatibilità tra risorsa idrica e idroesigenze ambientali e antropiche n. 2 pag. 45

Galimberti G. ed altri - Modelli probabilistici per la stima delle portate di piena di elevato tempo di ritorno n. 3 pag. 9

Garofalo G. ed altri - Indagine sperimentale per lo studio della distribuzione dimensionale dei sedimenti nelle acque di drenaggio urbano n. 3 pag. 37

Gentile F. ed altri - Impiego di una sonda ottica ad immersione per il monitoraggio del trasporto solido in sospensione nel torrente Carapelle (Puglia settentrionale) n. 6 pag. 49

Giugni M. ed altri - Il controllo delle perdite ed il recupero energetico. Criteri innovativi di gestione dei sistemi acquedottistici n. 4 pag. 80

Grassia D. ed altri - Formulazione semplificata in forma adimensionale dell’idrogramma conseguente al crollo parziale di uno sbarramento di ritenuta n. 2 pag. 21

Greggi S. ed altri - Moderne tecnologie della depurazione di acque reflue. Realizzazione di un impianto di biofiltrazione a masse adese n. 1 pag. 47

Grossi G. ed altri - Sull’efficienza delle vasche di prima pioggia n. 6 pag. 29

Gruppo di Lavoro ITCOLD - Il problema dell’interrimento dei serbatoi italiani n. 3 pag. 47

Gualzetti G. ed altri - I serbatoi dell’impianto di generazione e pompaggio dell’Anapo dopo venti anni di esercizio n. 5 pag. 31

Jappelli R. - Definire e classificare. Un’eredità culturale di Francesco Penta n. 2 pag. 9

Jappelli R. - L’αuτοψια di Scilla e Cariddi eseguita da Lazzaro Spallanzani nel 1788 n. 4 pag. 43

Jappelli R. ed altri - I serbatoi dell’impianto di generazione e pompaggio dell’Anapo dopo venti anni di esercizio n. 5 pag. 31

Lanza L. G. ed altri - Installazioni a verde pensile in area urbana per il controllo della formazione dei deflussi superficiali n. 1 pag. 19

Lotti C. - Grandi dighe e le regole dell’arte n. 5 pag. 39

Majone U. ed altri - Modelli probabilistici per la stima delle portate di piena di elevato tempo di ritorno n. 3 pag. 9

Majone U. - Sul calcolo della portata di dimensionamento degli scaricatori di superficie delle dighe n. 5 pag. 29

Mangianti F. ed altri - La piena del Tevere a Roma del dicembre 2008 n. 5 pag. 19

Marcello C. C. ed altri - Diga di Valla. Una soluzione originale per la riabilitazione dello scarico di superficie n. 3 pag. 55

Marini A. ed altri - Vulnerabilità di un litorale antropizzato costituito da ciottoli e massi. Il caso di Riposto (Catania) n. 6 pag. 59

Marini P. P. ed altri - Moderne tecnologie della depurazione di acque reflue. Realizzazione di un impianto di biofiltrazione a masse adese n. 1 pag. 47

Martini G. ed altri - Fontane di mostra ed altri manufatti celebrativi dei moderni acquedotti di Roma n. 1 pag. 73

Martini P. ed altri - Fontane di mostra ed altri manufatti celebrativi dei moderni acquedotti di Roma n. 1 pag. 73

Martini P. - Servizi idrici e qualità della vita nell’area mediterranea. Qualche considerazione generale n. 8 pag. 89

Martino G. ed altri - Fontane di mostra ed altri manufatti celebrativi dei moderni acquedotti di Roma n. 1 pag. 73

Mattia C. ed altri - La carta idrogeologica dell’Italia meridionale. Metodi ed analisi territoriali per l’identificazione e la caratterizzazione dei corpi idrici sotterranei (Direttiva 2000/60/CE) n. 4 pag. 21

Mazzoli P. ed altri - Il bilancio idrico. Una metodologia per la valutazione della compatibilità tra risorsa idrica e idroesigenze ambientali e antropiche n. 2 pag. 45

Medici F. ed altri - Il sistema delle “gallerie filtranti” nel bacino del lago di Nemi n. 2 pag. 59

Milano V. - Sulla stima delle portate di piena di elevato tempo di ritorno in toscana e la distribuzione MG n. 1 pag. 33

Milillo F. ed altri - Impiego di una sonda ottica ad immersione per il monitoraggio del trasporto solido in sospensione nel torrente Carapelle (Puglia settentrionale) n. 6 pag. 49

Moisello U. ed altri - I massimi di portata dell’Adda a Lecco n. 6 pag. 9

Monacelli G. ed altri - La carta idrogeologica dell’Italia meridionale. Metodi ed analisi territoriali per l’identificazione e la caratterizzazione dei corpi idrici sotterranei (Direttiva 2000/60/CE) n. 4 pag. 21

Musilli I. ed altri - La carta idrogeologica dell’Italia meridionale. Metodi ed analisi territoriali per l’identificazione e la caratterizzazione dei corpi idrici sotterranei (Direttiva 2000/60/CE) n. 4 pag. 21

Neri M. ed altri - Moderne tecnologie della depurazione di acque reflue. Realizzazione di un impianto di biofiltrazione a masse adese n. 1 pag. 47

Niceforo U. - Vari interventi sulla traversa di derivazione del canale Medoaco dal fiume Brenta a Bassano del Grappa n. 1 pag. 9

Palla A. ed altri - Installazioni a verde pensile in area urbana per il controllo della formazione dei deflussi superficiali n. 1 pag. 19

Penta P. - I vari usi dell’energia dell’acqua n. 4 pag. 53

Pilotti M. ed altri - Formulazione semplificata in forma adimensionale dell’idrogramma conseguente al crollo parziale di uno sbarramento di ritenuta n. 2 pag. 21

Piscopo V. ed altri - La carta idrogeologica dell’Italia meridionale. Metodi ed analisi territoriali per l’identificazione e la caratterizzazione dei corpi idrici sotterranei (Direttiva 2000/60/CE) n. 4 pag. 21

Piro P. ed altri - Indagine sperimentale per lo studio della distribuzione dimensionale dei sedimenti nelle acque di drenaggio urbano n. 3 pag. 37

Principato G. ed altri - Stima di trend del regime pluviometrico per il territorio della regione Calabria n. 4 pag. 33

Rasulo G. ed altri - Stima della portata indice. Legame tra il coefficiente d’afflusso e la caratterizzazione dei suoli secondo il SCS n. 2 pag. 37

Romano G. ed altri - Impiego di una sonda ottica ad immersione per il monitoraggio del trasporto solido in sospensione nel torrente Carapelle (Puglia settentrionale) n. 6 pag. 49

Rossi M. ed altri - Il Sistema Acquifero del Sahara Settentrionale: la gestione complessa di una risorsa strategica condivisa n. 3 pag. 27

Russo D. ed altri - Sulla previsione delle portate di magra nei corsi d’acqua naturali. Il caso del fiume Tagliamento n. 5 pag. 9

Russo Spena A. ed altri - La teoria di Boussinesq per lo studio delle correnti a superficie libera bidimensionali stazionarie n. 6 pag. 43

Sappa G. ed altri - Il Sistema Acquifero del Sahara Settentrionale: la gestione complessa di una risorsa strategica condivisa n. 3 pag. 27

Scalise A. R. ed altri - La carta idrogeologica dell’Italia meridionale. Metodi ed analisi territoriali per l’identificazione e la caratterizzazione dei corpi idrici sotterranei (Direttiva 2000/60/CE) n. 4 pag. 21

Summa G. ed altri - La carta idrogeologica dell’Italia meridionale. Metodi ed analisi territoriali per l’identificazione e la caratterizzazione dei corpi idrici sotterranei (Direttiva 2000/60/CE) n. 4 pag. 21

Testana C. ed altri - Il sistema delle “gallerie filtranti” nel bacino del lago di Nemi n. 2 pag. 59

Tomirotti M. ed altri - Formulazione semplificata in forma adimensionale dell’idrogramma conseguente al crollo parziale di uno sbarramento di ritenuta n. 2 pag. 21

Tomirotti M. ed altri - Modelli probabilistici per la stima delle portate di piena di elevato tempo di ritorno n. 3 pag. 9

Tranfaglia G. ed altri - La carta idrogeologica dell’Italia meridionale. Metodi ed analisi territoriali per l’identificazione e la caratterizzazione dei corpi idrici sotterranei (Direttiva 2000/60/CE) n. 4 pag. 21

Trisorio Liuzzi G. ed altri - Impiego di una sonda ottica ad immersione per il monitoraggio del trasporto solido in sospensione nel torrente Carapelle (Puglia settentrionale) n. 6 pag. 49

Valgoi P. - Manutenzione straordinaria della diga di S. Giacomo di Fraele n. 4 pag. 57

Vullo F. ed altri - I massimi di portata dell’Adda a Lecco n. 6 pag. 9

Zimbo F. ed altri - Stima di trend del regime pluviometrico per il territorio della regione Calabria n. 4 pag. 33

Sintesi Corso Roma3

(2009-2010)                                                                                                  24/11/2009 

Università Roma 3. Ingegneria Civile. Anno accademico 2009/2010.
Corso “Gestione dei  servizi idrici” (6 crediti), organizzato in collaborazione con Associazione Idrotecnica Italiana (AII) e con il contributo della Regione Lazio. 

Descrizione sintetica degli argomenti delle lezioni inserite nel Corso

  


PIERLUIGI MARTINI

1.1.1. STORIA DEGLI ACQUEDOTTI DI ROMA

Presentazione sintetica del complesso di acquedotti realizzati nell’antica Roma e della loro parziale riutilizzazione, dal Rinascimento fino ai tempi attuali. Sistema acquedottistico in atto. 

CATELLO MASULLO 

1.1.2. L’ACQUA ORO BLU  

Storia della captazione e adduzione idrica; usi dell'acqua nel mondo; acqua e obiettivi del millennio; distribuzione delle risorse idriche sul pianeta e prospettive di sete; acqua come motivo di conflitti nel terzo millennio.

MAURO BENCIVENGA 

1.1.3.  CLIMATOLOGIA ED IDROLOGIA APPLICATA  

Caratteristiche climatiche ed idrologiche dell’Italia, idrografia e regimi fluviali, bacini idrografici, attività di monitoraggio idrologico, bilancio idrico.

MARIA PIA MARTINICO / WALTER ZARLENGA 

1.2.1.  SISTEMI IDRICI. ACQUEDOTTI 

Stima dei fabbisogni: previsioni demografiche, dotazioni idriche, variabilità dei consumi; esempi applicativi. Risorse e loro utilizzazione (acqua e qualità della vita, influenza degli invasi, trasporto dell’acqua). Affidabilità dei sistemi acquedottistici. Tipologie di adduttrici, serbatoi, reti di distribuzione e loro inserimento nel contesto urbano. Esempi riferiti  al sistema acquedottistico romano. 

RENATO DRUSIANI et al. 

1.2.2. SISTEMI IDRICI. FOGNATURA E DEPURAZIONE 

Gestione delle acque reflue urbane e relative problematiche sanitarie ed ambientali. Sistemi di allontanamento e trattamento dei liquami. Schemi tipo dei sistemi di trasporto fognario e degli impianti di depurazione. Cenni sul riuso delle acque reflue.

SANDRO CECILI / GIORGIO MARTINO

1.3. VISITA TECNICA N. 1. CONCEZIONE DEI SISTEMI FISICI E CONCETTUALI D’IMPRESA

Strutture fisiche e concettuali d’impresa (laboratori, officine, magazzini, autoparco; sistemi informatici e di telecontrollo; schemi organizzativi, sedi decentrate di gestione, front office). Centro operativo ed idrico di Torrenova (Acea Ato 2, RM): percorso didattico per l’illustrazione delle  aree funzionali.  

CATELLO MASULLO 

2.4.1. TIPI DI TUBAZIONI Parte a) 

Tecniche di costruzione, analisi dei materiali, principali caratteristiche di impiego, analisi comparate di pregi e difetti dei principali tipi di tubazioni per acquedotto e fognatura.  

GIUSEPPE SQUILLACI 

2.4.2. TIPI DI TUBAZIONI Parte b)

Modalità costruttive e caratteristiche dei tubi in c.a. ordinario e precompresso. Loro corretto impiego nella realizzazione di acquedotti idropotabili, irrigui, industriali, a scopi multipli, o per scarichi). Carrellata su alcune prestigiose infrastrutture idriche realizzate in Italia e nel mondo dall’imprenditoria italiana. 

ALESSANDRO PIOTTI 

3.5.1. IL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO.  Parte a) 

Gestione dei servizi pubblici di captazione, adduzione e distribuzione di acqua ad usi civili e dei servizi pubblici di fognatura e di depurazione delle acque reflue. Aspetti normativi, organizzazione del Gestore,  controllo da parte degli enti di regolazione. 

GIANCARLO DANIELE 

3.5.2.  IL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO.  Parte b)

I rapporti tra l’Autorità d'Ambito e l'Ente Gestore: Convenzione di Gestione e Disciplinare Tecnico; Processo decisionale nella fase di start up e governo del transitorio fino all'unificazione del servizio. 

FRANCESCO PRISCO 

3.6. VISITA TECNICA N. 2. CONCEZIONE DI UN CENTRO ACQUEDOTTISTICO DI SMISTAMENTO

Centro idrico di Ottavia - Acea Ato 2 – RM: cenno al sistema acquedottistico romano; struttura del centro, cicli lavorativi,  funzionamento di alcune apparecchiature; sistema generale di telecontrollo, applicazioni locali; percorso didattico all'interno del Centro.  

BRUNO BOSCO

3.7.1. STRUMENTAZIONE E SISTEMI ICT (Information and Communication Technologies).  STRUMENTAZIONE

Principali grandezze fisiche da controllare nei sistemi acquedottistici. Illustrazione dei principali strumenti di misura utilizzati. Localizzazione degli strumenti di misura per un efficace monitoraggio delle situazioni di esercizio e delle relative manovre.  

GIOVANNI MARATI 

3.7.2. STRUMENTAZIONE E SISTEMI ICT (Information and Communication Technologies). SISTEMI   INFORMATIVI E TELECONTROLLO   

Architettura di un sistema informativo integrato per la gestione del Servizio Idrico Integrato. I moduli base di un ERP e gli applicativi. Il S.I.T. e il sistema di telecontrollo.

GIORGIO MARTINO

4.8.1. GESTIONE DEI SISTEMI di A.F.D.. ACQUEDOTTI 

Il sistema nei suoi tre aspetti: fisico, organizzativo, economico finanziario. Le componenti fisiche principali (acquedotti, serbatoi, impianti di potabilizzazione, sollevamenti, etc.). Principali requisiti: elasticità, flessibilità e affidabilità; approfondimento sull’analisi dell’affidabilità. Modello organizzativo per la gestione. Piano degli investimenti necessari a raggiungere gli obiettivi di gestione. 

ALESSANDRO ZANOBINI 

4.8.2. GESTIONE DEI SISTEMI DI A.F.D.. FOGNATURE E DEPURAZIONE 

I problemi gestionali nel quadro normativo vigente. Sistema di fognatura: analisi delle attività di manutenzione in economia ed in appalto, monitoraggio - telecontrollo reti ed impianti, problematiche impiantistiche, eventi di pioggia intensa. Sistema di depurazione: attività di conduzione e manutenzione, controlli di processo, monitoraggio ambientale. 

ALESSANDRO ZANOBINI et al.

4.9. VISITA TECNICA N. 3. CONCEZIONE DI UN GRANDE DEPURATORE URBANO

Impianto di depurazione Roma Nord (Acea Ato 2 RM): descrizione generale  dell’impianto, processi di trattamento adottati, criteri di progettazione e loro evoluzione nel tempo; descrizione di alcune specifiche apparecchiature e del sistema di telecontrollo; organizzazione gestionale e manutentiva. 

PIERLUIGI MARTINI

4.10.1.   SISTEMI TARIFFARI PER I SERVIZI IDRICI

Problemi economici della gestione dei servizi di acquedotto, fognatura e depurazione. Sistemi tariffari utilizzati nella seconda metà del ventesimo secolo. Sistema tariffario, ispirato ad una visione industriale, introdotto a partire dal 1996 e tuttora in uso.  

GIORGIA RONCO 

4.10.2. SISTEMI TARIFFARI PER I SERVIZI IDRICI. ESERCITAZIONI 

Definizione della tariffa nell’ATO.  Esempio dell’ATO 2 Lazio Centrale Roma: voci che compongono i costi operativi e definizione dell’ammontare degli investimenti riconosciuti in tariffa; passaggio dalla Tariffa Media d’Ambito all’articolazione tariffaria; problema della definizione dell’articolazione tariffaria unica a livello di ATO.      

ROBERTO ZOCCHI 

4.11.1. PERDITE IDRICHE IN RETE

Dopo una definizione di dispersione idrica e del suo significato vengono affrontati i temi del monitoraggio e della misura delle perdite di rete; sono anche descritti i principali strumenti di misura. Sono quindi esposte le principali strategie per la riduzione delle perdite, tra cui, in particolare,  la “distrettualizzazione” delle reti.

RENATO DRUSIANI et al.  

4.11.2. PERDITE IDRICHE. LA DISPERSIONE NELLE RETI IDRICHE: ASPETTI ECONOMICI 

Riepilogo della precedente lezione, inquadramento normativo, stato delle dispersioni idriche in Italia. Significato economico delle perdite, ottimizzazione dei costi del gestore; esternalità, costi ambientali, ottimizzazione dei costi sociali. Direttiva 2000/60/CE (cenni), principio del “Full cost recovery”, strategie di incentivazione alla riduzione delle dispersioni.

FRANCA DI GIANFILIPPO / GIANCARLO CECCHINI 

5.12. VISITA TECNICA N. 4. QUALITA’ DELLE ACQUE NEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO

Caratteristiche di qualità delle acque: mineralizzazione, indici di contaminazione, elementi in tracce, microinquinanti; normativa di riferimento: parametri e significato sanitario, controlli interni ed esterni, deroghe. Pianificazione del controllo interno:  criteri e finalità. Visita al laboratorio qualità acque di Acea S.p,A. : organizzazione ed attività nelle aree specialistiche, sistema qualità  

MAURO LASAGNA

5.13. NORME SUI LL.PP. 

Riferimenti normativi. Il R.U.P.. Il Progettista.  La pubblicità.  La gara d’appalto.  L’offerta. L’aggiudicazione dell’appalto.  Il contratto.  

CATELLO MASULLO 

5.14. DIREZIONE DEI LAVORI E COLLAUDO

Applicazione delle normative sui LL.PP., con particolare riguardo alla direzione dei lavori ed al collaudo; descrizione dei documenti fondamentali per contabilizzazione, conduzione e collaudo.

LAURA DIACO / GIORGIO PINESCHI

5.15. NORME SULL’AMBIENTE  

Evoluzione del quadro normativo sia comunitario che nazionale in tema di acqua e servizio idrico. La Direttiva Quadro 2000/60/CE. Il  D. Lgs.152/2006, con particolare riferimento alla parte III (difesa suolo  e lotta alla desertificazione, distretti idrici, piani di bacino, tutela acque dall’inquinamento, gestione delle risorse idriche, obiettivi di qualità delle acque, aree richiedenti specifiche misure di prevenzione, disciplina degli scarichi, competenze e strumenti di pianificazione).

MASSIMO NERI

 5.16. NORME SULLE GARE DI CONCESSIONE DEL S.I.I. 

Forme di affidamento del Servizio Idrico Integrato (concessione a privati, ad aziende miste, in house). Evoluzione delle normative sugli affidamenti dei conseguenti appalti di lavori, forniture e servizi da parte dei gestori del S.I.I.. Modalità di svolgimento delle procedure, analisi dei contenuti dei bandi, lettere di invito e documenti di gara. Criticità della gara, composizione dell'offerta. Stato degli affidamenti del S.I.I. in Italia.  

GIORGIO CESARI 

6.17.  PIANO DI GESTIONE DELLE RISORSE IDRICHE (DIR 2000/60)

Ai sensi della Direttiva 2000/60, le Autorità di bacino di livello nazionale hanno coordinato la predisposizione del Piano di gestione delle risorse idriche per i Distretti idrografici, così come configurati nel D.Lgs 152/2006. Il Piano contiene l’analisi delle pressioni e degli impatti, la classificazione dei corpi idrici, l’analisi economica e le misure necessarie per il conseguimento del livello “buono” di qualità.

PIERLUIGI MARTINI 

6.18. PROBLEMI DELLE ACQUE IN ITALIA, OGGI

Sintesi generale dei problemi giuridici, organizzativi, tecnici riguardanti le risorse ed i servizi idrici (servizio idrico integrato, irrigazione, usi industriali, usi ricreazionali e vari dell’acqua) nel nostro Paese.  

Sei qui: Home News Archivio-eventi Uncategorised