NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Converting Metric Mass, Pressure and Length Units

                               Converting Metric Mass, Pressure and Length Units

The forces acting on the fluid are due to pressure, stress, and body force, as shown in convertunitsnow.com while converting metric mass units. The pressure on the east face (the face to the right of the center of the element) is p|x+%x/2 and on the west face is p|x-%x/2. The net force acting in the x-direction due to pressure is easy to calculate.

 

The pressures on the north and south faces do not contribute to the force in the x-direction as shown while converting pressure units via the converter. The body force due to gravity acting on the fluid within the length unit limits is stable.

 

The evaluation of the net shear stress forces is somewhat more complicated while converting length units most of the time. The shear stress acting in the x-direction on the north face is τyx|y+% y/2. The subscripts of length, pressure and metric mass units on t refer to the face on which the force acts and to the direction of the force,  pressure and length units while converting them. Thus τyx is the shear stress that acts on the y face in the x-direction. The face of a control surface is defined in the same way as the area vector in Section 5.2; that is, the y face corresponds to the face with the area vector in the y-direction.

 

n. 1-09 Niceforo

Umberto Niceforo

VARI INTERVENTI SULLA TRAVERSA DI DERIVAZIONE DEL CANALE MEDOACO DAL FIUME BRENTA A BASSANO DEL GRAPPA

VARIOUS WORKS ON THE WEIR OF MEDOACO CHANNEL, OFFTAKE FROM THE BRENTA RIVER, IN BASSANO DEL GRAPPA


Sommario
Il Consorzio di bonifica Pedemontano Brenta gestisce, per scopi istituzionali, una importante derivazione d’acqua dal fiume Brenta, per mezzo di una traversa (posta in corrispondenza del Ponte della Vittoria in Comune di Bassano del Grappa), che immette le acque nel canale Medoaco. Tale traversa è stata oggetto, negli ultimi anni, di vari interventi, sia per il consolidamento del manufatto, sia per creare una nuova scala di risalita per la fauna ittica, sia per la stabilizzazione dell’alveo fluviale nella zona circostante. Nel seguito la descrizione dei lavori.
Parole chiave: Traversa, Scala di risalita ittica, Derivazione.

Summary
The Pedemontano Brenta Reclamation Consortium manages, for institutional purposes, an important water offtake from the Brenta river, through a weir placed in connection with “Ponte della Vittoria” in Bassano del Grappa, which pours water into the Medoaco Channel. In the last few years, this weir has been interested from many works: for the reinforcement of the barrage, for the laying out of a new fish pass and for the regulation of the watercourse in the surrounding zone. Below the job description.
Keywords: Weir, Fish Pass, Offtake.

n. 1-09 Palla et al.

Anna Palla, Luca G. Lanza

INSTALLAZIONI A VERDE PENSILE IN AREA URBANA PER IL CONTROLLO DELLA FORMAZIONE DEI DEFLUSSI SUPERFICIALI

GREEN ROOFS INSTALLATIONS IN URBAN AREAS FOR STORMWATER RUNOFF SOURCE CONTROL


Sommario
Il lavoro si propone di analizzare l’influenza di installazioni a verde pensile sul controllo della formazione dei deflussi superficiali in ambiente urbanizzato. In particolare, è stata condotta una revisione dello stato dell’arte sulla base di studi scientifici e progetti sperimentali volti alla valutazione dell’efficacia del verde pensile quale strumento per la gestione sostenibile delle acque meteoriche. Vengono richiamate le grandezze generalmente utilizzate per quantificare le prestazioni del verde pensile e descritti i metodi utilizzati in letteratura per simularne la risposta in termini idrologici. Inoltre, in collaborazione con il Comune di Genova e l’Associazione Italiana Verde Pensile (AIVEP), è stata predisposta l’installazione di un sito pilota per il monitoraggio quali-quantitativo delle acque meteoriche sulla copertura a verde del Laboratorio del Dipartimento di Ingegneria delle Costruzioni, dell’Ambiente e del Territorio (DICAT). La presente memoria illustra i primi risultati ottenuti dalla modellazione idrologica della copertura a verde e dall’elaborazione dei dati provenienti dalla campagna di monitoraggio presso il sito sperimentale per il periodo da Maggio 2007 ad Aprile 2008.
Parole chiave: Verde pensile, Drenaggio urbano sostenibile, Regimazione idrica, Modelli d’infiltrazione.

The present work investigates the influence of green roofs on the management of stormwater runoff. In particular, a review of scientific studies and experimental projects concerning the hydrologic response of a green roof as a sustainable urban drainage system is presented. The main variables generally used for quantifying the green roof hydraulic performances are defined and the methods reported in the literature to simulate the water quantity response of green roofs to storm events are briefly recalled. The Dept. of Civil, Environmental and Architectural Engineering (DICAT) in collaboration with the Italian Green Roofs Association (AIVEP) and the Municipality of Genova, transformed the existing green roof of the laboratory into an experimental site to investigate the green roof benefits on stormwater management. Data colleted during the initial monitoring campaign (from May 2007 to April 2008) are presented in the paper, together with preliminary results obtained in simulating the stormwater source control potential at the experimental site.
Keywords: Green Roofs, Sustainable Urban Drainage, Storm Water Control, Infiltration Models.

n. 1-09 Milano

Valerio Milano

SULLA STIMA DELLE PORTATE DI PIENA DI ELEVATO TEMPO DI RITORNO IN TOSCANA E LA DISTRIBUZIONE MG

ON THE ESTIMATION OF PEAK FLOOD DISCARGE CORRESPONDING TO HIGH VALUES OF RETURN PERIOD IN TUSCANY, AND THE MG DISTRIBUTION

Sommario
In questa memoria viene effettuato uno studio sulle portate di massima piena in Toscana in funzione del tempo di ritorno, elaborando statisticamente le serie storiche delle massime portate al colmo annuali registrate nelle stazioni di misura del Servizio Idrografico e confrontando i risultati con i più recenti metodi di regionalizzazione. Si osserva che l’elaborazione diretta delle serie storiche dei dati delle singole stazioni presenta in genere un grado di incertezza molto elevato per la stima delle portate aventi tempi di ritorno superiori al periodo delle osservazioni disponibili e, in molti casi, anche tempi di ritorno minori, per cui risulta opportuno applicare metodi di regionalizzazione. Tra questi, la distribuzione MG è risultata quella che fornisce i risultati più affidabili, mentre gli altri metodi considerati hanno condotto, nella maggior parte dei casi, a risultati poco attendibili.
Parole chiave: Portate di piena a elevato tempo di ritorno, Portate di piena eccezionali e imprevedibili, Metodi di regionalizzazione.

Summary
In the present paper a study for the estimation of peak flood discharge, corresponding to high values of return period, of the Tuscan rivers is presented. Observes that the statistic elaboration live broadcast of the series of annual maxima peak flood discharge of the single stations of measure introduce generally an uncertainty degree much elevated for the estimation of peak flood discharge, corresponding to values of return period superior to the period of the available observations and in some cases even for times of smaller return, for which results opportune apply regionalization methods. Among this the MG distribution as resulted watch furnishes the more reliable results, while the other considered methods have arrived, in the most of the cases, at results a few reliable.
Keywords: Peak Flood Discharge in Tuscan, Flood Regionalization, Exceptional Flood Events, Unpredictable Flood Events.

n. 1-09 Greggi et al.

Stefania Greggi, Pier Paolo Marini, Marianna Neri

MODERNE TECNOLOGIE DELLA DEPURAZIONE DI ACQUE REFLUE. Realizzazione di un impianto di biofiltrazione a masse adese

INNOVATIVE TECHNOLOGIES IN WATER TREATMENT. Building of one Biofiltration Plant Using Attached Biomasses


Sommario
La presente analisi riguarda la realizzazione di un impianto di depurazione a concezione avanzata con potenzialità di 30.000 abitanti equivalenti, sviluppato nell’ambito del piano di risanamento della vallata del Fiume Savio in Romagna, che ha come finalità quella di intercettare e depurare di tutti gli scarichi presenti nella vallata del fiume Savio. Ad Alpina Acque s.r.l. società di ingegneria è stata affidata la direzione dei lavori ed il coordinamento per la sicurezza in fase di esecuzione. L’impianto è interamente contenuto in locali confinati e dotato di impianto di aspirazione e deodorizzazione a letto biologico ed è idoneo a trattare un liquame con componenti civili, industriali e zootecniche fino a raggiungere lo standard qualitativo imposto dalla legislazione vigente per le aree cosiddette “sensibili”. Il trattamento della linea acque è costituito da grigliatura, dissabbiatura-disoleatura, trattamento primario a pacchi lamellari, biofiltrazione a massa adesa, disinfezione a raggi UV; la linea fanghi è costituita da: ispessimento, digestione aerobica e disidratazione meccanica con centrifuga. Per il trattamento primario ed il comparto biologico sono state adottate tecnologie all’avanguardia brevettate OTV.
Parole chiave: Inquinamento, Depurazione, Biofiltrazione, Polystirene, Pacchi lamellari.

Summary
This analisys is about the construction of a waste water treatment plant, using innovative technologies and able to treat up to 147 l/s. The plant has been developed togheter with the sewage system of the Savio river basin, in order to reduce the pollution in the river. The plant, completely contained in a reinforced concrete structure and fitted with air treatment devices, is able to treat civil, industrial and zootechnical waste water, reaching an effluent standard suitable for the so called “sensible environment” (so as defined by Italian standards). The water treatment line is based on automated mechanically grate, a sand and oil catcher, a primary sedimentation tank with lamellar settler, biofilters at attached active biomass, final disinfection tank using UV- ray; the sludge line is based on sludge thickener, aerobic digestion, and dewatered with machanical spin-drier. The primary treatment and biological reactor were developed using advanced technology patented OTV. Work supervision and safety management were carried out by Alpina Acque s.r.l.
Keywords: Pollution, Wastewater treatment, Biofilters, Polystirene, Lamellar Settler.

Sei qui: Home News Archivio-eventi Uncategorised