NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Armando Brath, Attilio Castellarin, Giuliano Di Baldassarre, Alessio Domeneghetti

LINEE STRATEGICHE DI INTERVENTO PER LA MITIGAZIONE DEL RISCHIO ALLUVIONALE LUNGO IL CORSO MEDIOINFERIORE DEL FIUME PO

STRATEGIC GUIDELINES FOR FLOOD RISK MITIGATION ALONG THE MIDDLE-LOWER REACH OF THE RIVER PO


La presente memoria illustra i più recenti orientamenti nell’ambito degli interventi per la mitigazione del rischio alluvionale lungo il corso medio inferiore del Fiume Po. Partendo dal presupposto che l’attuale sistema di arginature maestre di Po non possa garantire un livello di sicurezza idraulica assoluto dei territori di pianura prospicenti il corso d’acqua nei confronti di qualsiasi evento di piena, la nota presenta le linee strategiche di intervento formulate dall’Autorità di Bacino del Fiume Po (AdB-Po, 2005) e si concentra su due aspetti particolari. Il primo è il miglioramento della capacità di laminazione delle portate di piena attraverso una più oculata gestione del sistema di golene difese di Po. Il secondo, problema assai complesso e delicato, è il controllo ottimale di eventi di piena al limite della prevedibilità, associati a tempi di ritorno decisamente superiori a 200 anni, per i quali il sistema di arginature maestre di Po non può scongiurare possibili esondazioni. La discussione delle problematiche esposte viene articolata partendo dalle risultanze sperimentali di alcuni recenti studi basati sull’impiego di evoluti modelli matematici di tipo quasi-bidimensionale e bidimensionale.
Parole chiave: Modelli numerico-idraulici 1D e 2D, Manufatti arginali, Aree golenali aperte e difese, Mappe di pericolosità idraulica, Fiume Po.

The present study illustrates the latest guidelines in the context of measures for flood risk mitigation along the middlelower reach of the River Po, the largest river in Italy. Under the assumption that the main levee system of the River Po cannot protect the entire vast area around the Po (i.e., Pianura Padana) against inundations for any given magnitude of the flood event, the paper presents the new planning strategies formulated by the Po River Basin Authority (AdB-Po, 2005) focusing on two main issues. First, the study aims at investigating the effects of the adoption of different floodplain management strategies on flood hazard along the middle and lower river reach. The lateral banks are densely cultivated, and cultivations are protected against frequent flooding by a system of minor artificial levees. This secondary levee system (SLS) impacts significantly the hydraulic behaviour of the middle-lower Po during major flood events. Different hypotheses of SLS management are considered (e.g., raising, lowering or removal of SLS). Second, the study addresses the critical problem of how to best manage extreme flood events (i.e., events with recurrence interval larger than 200 years), that may produce overtopping and hence may breach the main levees of the River Po. The two hydraulic problems are addressed on the basis of the outcomes of a series of recent analyses that utilize advanced quasi-2D and 2D numerical hydraulic models.
Keywords: One- and Two-Dimensional Numerical Hydraulic Models, Levees, Open and Levee-Protected Riverbanks, Flood Hazard Maps, River Po.

Sei qui: Home News Archivio-eventi Uncategorised n. 2-2010 Brath et al.