NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Cinzia La Rocca, Rosaria Ester Musumeci, Giovanni Paratore, Enrico Foti

APPLICAZIONE DI TECNICHE DI COMPUTER VISION PER L’OTTIMIZZAZIONE DI UNA DIGA A SCOGLIERA

APPLICATION OF COMPUTER VISION TECHNIQUES FOR THE OPTIMIZATION OF A RUBBLE MOUND BREAKWATER

Vengono presentati i risultati di un’analisi dell’interazione onda-struttura nel caso di due differenti configurazioni della sezione corrente di un molo a scogliera di un porto turistico, con particolare riguardo alla verifica della stabilità della mantellata. L’indagine sperimentale è stata condotta applicando un’originale metodologia che si basa su tecniche di computer vision, nonché sulle più recenti indicazioni della comunità scientifica internazionale in tema di modellazione fisica di opere a gettata. Stime del danno subito dalla mantellata sono state anche ottenute considerando due tecniche di misura più tradizionali: il conteggio del numero di massi spostati e l’uso di una serie di picchetti graduati, al fine di rilevare le variazioni del profilo trasversale. Inoltre allo scopo di determinare la configurazione ottimale della sezione corrente della struttura, sono stati analizzati altri fenomeni attinenti all’interazione onda-tronco struttura, quali la riflessione e la tracimazione. I risultati ottenuti sono stati confrontati con quelli ottenuti applicando indicazioni e metodologie comunemente adottate all’interno della comunità degli ingegneri costieri.
Parole chiave: Ingegneria costiera, Stabilità della mantellata, Tracimazione.

The results of a stability analysis of the armor layer of two different configurations of the trunk section of a rubble mound breakwater are presented. The experimental investigation has been carried out by applying an original computer vision technique along with the most updated international guidelines on the physical modelling of rubble mound breakwaters. Armor layer damage estimates have been obtained also by considering two more traditional measurement techniques: the counting of the displaced armour elements, and the use of a series of scaled pins, in order to assess the variation of the breakwater profile. Moreover, aiming at determining the optimal configuration of the trunk section of the structure, other wave-structure interaction phenomena have been analyzed, such as wave reflection and wave overtopping. The results have been compared with those obtained applying indications and methodologies commonly adopted within the coastal engineering community.
Keywords: Coastal Engineering, Armor Layer Stability, Overtopping.

Sei qui: Home News Archivio-eventi Uncategorised n. 2-2010 La Rocca et al.