NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Antonio Bossola

LE INFRASTRUTTURE IDRAULICHE PER LO SVILUPPO DELLA SICILIA SUD-ORIENTALE REALIZZATE DALLA “CASSA PER IL MEZZOGIORNO” CON IL PROGETTO SPECIALE N. 2

HYDRAULIC INFRASTRUCTURES SUPPLIED BY “CASSA PER IL MEZZOGIORNO” IN SOUTHERN-EASTERN SICILY WITH THE “SPECIAL PROJECT N. 2”

Dopo un cenno storico sulle vicende che hanno caratterizzato lo sviluppo industriale della Sicilia negli anni cinquanta (insediamenti nella rada di Augusta e rinvenimento dei giacimenti petroliferi di Gela e Ragusa) si esamina la nuova strategia che ha indotto lo Stato ad intervenire massicciamente in questa area per rendere lo sviluppo “compatibile” con la salvaguardia dell’ambiente tramite il “Progetto Speciale n. 2”. Si ricorda che il CIPE stabilì: “Obbiettivo del Progetto Speciale n. 2 è la definizione e realizzazione delle infrastrutture in relazione alla necessità di programmare lo sviluppo industriale in modo tale da promuovere, al tempo stesso, il rapido ed elevato progresso civile e sociale delle popolazioni della Sicilia sud orientale. In questo obbiettivo è rientrato, con particolare importanza, il problema dell’acqua sia per l’approvvigionamento delle industrie e delle popolazioni residenti nell’area, sia per la difesa dell’ambiente, tramite la depurazione delle acque reflue. Si descrivono gli schemi idrici studiati, presentando fabbisogni, disponibilità idriche e opere necessarie per convogliare l’acqua agli utenti e per il trattamento delle acque reflue. Segue la descrizione delle opere idrauliche più importanti realizzate dall’inizio degli anni settanta fino alla chiusura della “Cassa” nel 1986. Si conclude con un cenno sulle altre opere realizzate quali porti, servizi sociali, viabilità, ecc., per gli aspetti della spesa, dei tempi di realizzazione e della mano d’opera.
Parole chiave: Acquedotti, Depuratori, Dissalatori, Porti.

After an historical review of the events of the industrial growth in the area during the years 1950-60 (settlements in the Augusta harbor, oil fields of Gela and Ragusa), the national interventional strategy consistent with the protection of the environment through the “Special Project number 2” is described. The CIPE stated that “The Special Project number 2” has the aim to define and carry out infrastructures for the industrial growth and for the relatedt civil and social progress of the population of Southern-Eastern Sicily.” One of the main objective of the project was the delivery of water to the industry and to the population as well as its clearing. Water needs and availability in the Southern-Eastern Sicily as well as the methods for their assessment are detailed. In addition, hydraulic works, harbors, roads, and social services created between 1970 and 1986 (when the “Cassa per il Mezzogiorno” suspended its activity) as well as their costs and production times are described. 
Key Words: Acqueducts, Water-Filters, Desalinators, Harbors.

Sei qui: Home Uncategorised n. 6-2014 Bossola