NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Riccardo Farnetani

Il prof. Brath ed il prof. Lubello ci hanno illustrato le differenze tecniche tra il sistema di trasporto dei reflui civili e quello delle acque meteoriche, ed hanno esposto la situazione di fatto esistente in Italia. In linea teorica bisogna capire se dal punto di vista tecnico la corretta gestione delle acque meteoriche sia -sempre- quella di realizzare reti separate, ed in particolare una fognatura bianca destinata a raccogliere acque meteoriche di dilavamento, e la fognatura nera destinata a raccogliere, oltre ai reflui veri e propri, anche le acque di prima pioggia. Oppure se al contrario vi siano altre soluzioni tecniche preferibili. La realtà è totalmente differenziata nelle varie parti d’Italia: - nella maggior parte del territorio infatti esistono soltanto reti miste, per lo più gestite dai gestori del SII; - le caditoie stradali e i pozzetti sono gestiti più o meno al 50% da Comuni e da Gestori del SII; - dove esistono le fognature bianche, esse sono in buona parte gestite dai Comuni, e comunque per lo più finanziate dai Comuni con la fiscalità generale; - quando le fognature bianche sono gestite dai Gestori del SII, ciò normalmente avviene in base a convenzioni stipulate con i Comuni, on affidamenti diretti senza gara, convenzioni che sono ulteriori ed integrative delle convenzioni di gestione stipulate con gli Enti d’Ambito.

.....

Sei qui: Home Uncategorised n. 6-2016 Farnetani